Facebook News: i post che si autodistruggono - Social Media Change

Facebook News: i post che si autodistruggono

Pubblicato venerdì, 20 ottobre 2017 in News, Social Media Marketing
facebook

Un po’ Twitter un po’ Snapchat. Dopo le Storie, adesso Facebook lancia i post temporanei: testi da 101 caratteri con data di scadenza. Superato il tempo, si autodistruggono!

L’esperimento è iniziato la scorsa settimana, come ha confermato anche il portavoce del colosso digitale. Perché? Pare che questo sia un modo per riportare Facebook alle sue origini “quando la bacheca era popolata di parole invece che di video, link e pubblicità come oggi” commenta BuzzFeed che ha individuato il test in corso su scala globale. Di certo, un post destinato a svanire può ridare al social una dimensione più dinamica e immediata, oltre ad allenare la nostra capacità di scrittura, caratteristica che tanto ci piaceva di Twitter.

Inoltre
– Si può decidere se quel testo dovrà apparire solo sul proprio profilo, quindi essere visibile solo se un utente va a sbirciare, o anche sulla bacheca, quindi essere condiviso pubblicamente con gli amici.
– Si potrà decidere di trasformare i post temporanei in post permanente, transformandoli in normali contenuti.

post temporanei facebook

Facebook Live, Storie, Messanger… tutto mira alla stessa direzione: tenere sempre alto il coinvolgimento, anzi meglio, tenerci inesorabilmente incollati alla bacheca. Sarà anche che il nostro caro Mark Zuckerberg vuole rendere nuovamente attrattiva la piattaforma per i più giovani?

[Piccola anticipazione: Facebook sta anche testando per una scorciatoia per usare Whatsapp senza lasciare mai le sue piattaforme. Si tratterebbe di un pulsante per traghettarsi dall’una all’altra applicazione, un’evoluzione naturale visto che la casa madre è ormai la stessa da tempo. Presto tutti i dettagli!]

Federica Miceli

Social Media Strategist
Social Media Strategist per passione e vocazione. Credo nel marketing umano e nella funzione degli strumenti Social come facilitatori di rapporti offline.

Articoli correlati